"Robby" è il diminutivo di Roberto.  Sono nato nel 1967 e già da piccolo, attorno ai 3-4 anni,la passione per l'elettronica era già prepotente e, i vecchi mangiadischi che suonavano le favole suscitavano in me grande interesse, con il disco a 45giri che girava magicamente. I miei primi giochi sono stati così i transistors, le valvole, i condensatori, le resistenze !
Nel corso degli anni, gli interessi hanno avuto varie svolte, passando specialmente dalle radiocomunicazioni, all'audio "hi-end".  Ma il vero sogno fin da bambino fu quello di incidere un disco con i mezzi che avevo, ovvero, ricordo di aver provato a costruire un disco di cartone e cera e di aver provato ad inciderlo rudimentalmente con lo stesso braccio e testina di un mangiadischi semplicemente invertendo il verso dell'amplificatore... una cosa chiaramente assurda, ma queste furono le prime esperienze.
 

Davide and Roberto working toghether!!


Ma ecco che nel 1993, da un vecchio studio di registrazione qui a Bologna, rilevai uno dei torni rimasti, probabilmente il più vecchio, completamente da studiare e ristrutturare, semplicemente senza saperne poco e niente se non dall'ormai vecchio proprietario, da libri e dall'inevitabile esperienza diretta a costi alti sia economici che in notti passate con amici tecnici a studiare la cosa, compreso anche la riparazione e il "trapianto" sulla macchina del primo incisore Neumann SX68 distrutto e malamente riparato per l'occasione.

Poi tutto ciò che si è evoluto di conseguenza, grazie anche all'avvento di internet ed alla reperibilità oltreoceano dei preziosi materiali dedicati, come anche l'incisore SX15, costruito dalla Neumann ma su progetto originale Ortofon, vista la particolare configurazione interna, molto difficile da riparare. 

 

La passione per la cosa si è così tramutata negli anni in vera sfida e così conseguente lavoro vero e proprio, ricostruendo fedelmente amplificazioni e riparando continuamente gli incisori conseguentemente alle bruciature dovute ad inesperienza.. anche per capire i veri limiti del sistema e come ottenerne i migliori risultati.  Le amplificazioni interamente ricostruite sono Neumann VG66, interamente a transistor e a FET, modificate con codificatore RIAA a tubi ed equalizzazione passiva, anzichè con l'originale circuito integrato... in questo modo il suono è molto caratteristico e per niente metallico.  Di questi pre-ampli ne ho realizzati 4, sia come riserve che come veri e propri circuiti per "testare" gli incisori in riparazione senza intervenire sulle macchine principali.   Anche durante l'incisione, la paura di rotture è quasi completamente scomparsa, proprio per il fatto della conoscenza acquisita, ottimizzando così al massimo i livelli di incisione possibili.

 


Con l'esperienza accumulata in tutti questi anni, ho imparato al meglio come riparare questi preziosi trasduttori, i più conosciuti al mondo per l'incisione di dischi audio analogici e il passo per includere la cosa nell'attività di servizi era ormai inevitabile, utilizzando per le riparazioni, conduttori prodotti appositamente su richiesta da una delle migliori industrie statunitensi, estremamente robusti, leggeri e con altissima resistenza alle alte temperature, in modo da agevolare anche la risposta delle bobine di potenza alle alte frequenze.

Le riparazioni degli incisori Neumann SX74 e SX68 sono completamente eseguite da me, con l'aiuto di validi collaboratori e, siccome l'esperienza fatta all'interno di questi componenti si traduce in almeno trenta interventi sulle proprie con ricostruzioni realmente capillari, posso dire, di poter dare nella quasi totalità dei casi, nuova vita a queste testine, per chi ancora crede fermamente e vuole continuare a lavorare con questo unico mezzo "magico".

 

 

.......Davide persist!!

Un ringraziamento speciale, al mio amico e collaboratore da sempre Marco

Marco l'amico e collaboratore di sempre

 

WWW.CUTTERHEADREPAIR.COM